Impressionante Andrea Scanzi: "I cazzari del virus" primo in saggistica e quinto nella classifica generale. Sale anche "Il cazzaro verde"

27.06.2020

Una partenza sprint, senza precedenti. Non si tratta del solito record social, questa volta Andrea Scanzi batte tutti anche in libreria. Il suo nuovo lavoro - "I cazzari del virus" - è primo nella categoria Saggistica con un distacco pazzesco sul secondo, "La mossa del cavallo" di Matteo Renzi, vendendo sei volte di più tra librerie, store online ed edicole. A seguire troviamo "A conti fatti" di Franco Bernabè e "Il dopo" di Ilaria Capua. Inoltre in Saggistica è tornato in classifica (dodicesimo) anche "Il cazzaro verde", alla tredicesima ristampa e a nove mesi dall'uscita. Incredibile.

Ma non finisce qui: "I cazzari del virus" si trova in quinta posizione assoluta nella classifica generale. Davanti allo scrittore aretino troviamo soltanto "Le storie del mistero" di Lyon, "Come un respiro" di Ferzan Ozpetek, "Rinascita" di Stef&Phere e "L'enigma della camera 622" di Joel Dicker. Tutto questo in una sola settimana di vendite e con la presenza nelle librerie per quattro giorni e non sette come per gli altri autori. Soddisfazione enorme anche per la casa editrice Paper First, per la prima volta in quinta posizione assoluta nella graduatoria generale.

La notizia dell'uscita de "I cazzari del virus" era stata data il 16 giugno attraverso Facebook nel classico appuntamento delle ore 19 con #ScanziLive. Da quel momento il libro è in pole position su Amazon e nei primi quattro giorni sono state vendute oltre 10mila copie.